PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 20/06/2022
vite lunghe e meno.
di treni presi o persi
per tirate di capelli
dal binario fu lesto.

ah … quante volte
il tempo si spinge
aldiquà dei confini leciti
- ruote degno raggio -
di stipulati, logici contratti
con sua illegalità
… la morte.

illuminano il proliferare
di congetture e ipotesi
blasfemi basamenti instabili
colonne portanti cartapesta
e copertura
lasciata ai posteri
spese

di un vuoto bastardo.

comunque restano
nel conto aperto
dalla voragine infinita
permessa anzitempo

dalla promessa d’amore.
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Un testo elaborato molto bene! Bravo Bowil! Ciao carissimo

il 20/06/2022 alle 14:48

Grazie Sir, buona serata. Ciao.

il 20/06/2022 alle 18:59