PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 21/05/2022
Alba dura, i Sepultura
suonano in concerto
sul terrazzo aperto
mi affaccio, scoperto

Gelso omino in collina
il cielo in una spuma
fiori d'arancio sulla chioma
ora scappa, il veleno dal cobra.

Mi sento eseguito
come uno spartito
la chiave, un violino infradito, esco.

Ecco me
di te, un presente

Mi pesco, mi trovo, io sono la gente,
mi sveglio, è tv. Bene. E tu?
  • Attualmente 4.2/5 meriti.
4,2/5 meriti (5 voti)

Che dire, molto simpatica! Bravo Ale, hello Beck! Ciao.

il 21/05/2022 alle 20:37

Un po’ più piano! Non riesco a seguirti. Si lo so: fa caldo anche qui, ahahahah!

il 21/05/2022 alle 21:10

Hello Dani, grazie :)

il 21/05/2022 alle 23:37

E' perché mi sono fatto...di frasi Dis :)

il 21/05/2022 alle 23:38

Mi riallaccio al discorso di Dissy, affinché tutto abbia una melodia attinente ad elevare le tue frasi: Queensrÿche - The Warning 1984: https://www.youtube.com/watch?v=xL5MtxvScAM. Bel testo, amico mio. ciao. (FULL ALBUM)

il 22/05/2022 alle 11:26

Warning fino a "esco" ci sta da Dio...poi la sfumerei fin quasi a spegnerla, poi mix, rifarei ripartire la poesia, con un crescendo dei Pixies "Where is my mind" Grazie Sir, li conoscevo, ma non bene, Warning mi è stra piaciuta :)

il 22/05/2022 alle 12:28