PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 14/05/2022
Calmati, mia Tristezza, calmati!
dormi - e tutto andrà bene ...
e ancora, dal nulla,
i funghi del miele
appariranno sui ceppi.

ciao, buona fortuna per la festa!
lascia che ci sia una foresta -
e un sentiero in essa ...
e ancora, quasi per magia,
arriverà un cesto
con una collinetta.

girerò fino al tramonto,
arrotolando ragnatele di filo...
e di nuovo mi perderò per sbaglio...
al tuo cancello aperto...
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

Molto delicata e gentile. Mi ricorda Heine. *****

il 14/05/2022 alle 13:48