PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 12/05/2022
osservo
calve bambole svestite
poggiate sulla panca
di un triste e logoro castagno.

seduto
sul vecchio dondolo di legno
pregno di ormai
dimenticate estati.

guardo le stanche tegole di coccio
scotte ora dal sole ora dal tempo
e quel comignolo di pietra
che ha smesso da un bel pezzo
di fumare.

ammiro come resti di una storia
che mendica momenti ormai sperduti
tra i ciottoli di quel mesto selciato.

e penso...

a quanta vita trascinata a stento
da anni camuffati non per scelta
dal poco o nulla che sfamava i giorni
ma sazi di beltà per la speranza
che elargiva allor la giovinezza.

e fu un inganno che svelai con le stagioni
giocando con i miei anni a rimpiattino .
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)