PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 11/05/2022
La guardavo intensamente
e non capivo più niente
ero davvero innamorato
di quell’insolita donna
che sul volto mostrava
poco trucco
e uno sguardo intenso
di cervello ne aveva tanto
il suo carattere era perfetto
se piangeva
c’era sempre una ragione
non aveva grilli nella testa
quando mi trovavo
al suo fianco
mi sentivo la sua ombra
ogni sua parola
rasentava la giustizia
a me andava bene lo stesso
dentro qualsiasi salsa
tanto l’amavo alla follia
e giuro sul cielo dell’universo
che non pensavo solo
a portarla a letto
soltanto quando aveva sonno
altrimenti chissà
quanti chilometri di bianco
e poi giù a fare il muretto
per commettere l’errore
di dire a tutti che anch’io
volevo essere perfetto.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)