PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 06/05/2022
Bruciante malinconia

mi prendi quando guardo
la parietaria, prosperare
intorno ai muri cadenti
della vecchia
casa dei nonni.
quando guardo il rigoglioso
orto di un tempo,
giardino armonioso di
ridenti piantine ,
oggi invaso da erbacce prepotenti.
quando ricordo il mare biondo che
si muoveva nei campi a Giugno,
diventato oggi distesa di rovi
e sterpaglie.
mi prendi quando guardo
i solchi che segnano il viso
di mia madre,
la sedia vuota di mio padre.
mi prendi quando mi guardo
intorno e tutto mi parla
di un tempo che non è più.
allora un brivido mi vibra dentro.
uno schiaffo mi colpisce in pieno viso.
È la consapevolezza del presente
difronte al mio sciagurato torpore del passato.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (4 voti)

Ho vissuto ,attraverso il tuo profondo e toccante testo ,la tua medesima malinconia...giorni passati ,di ieri ,che hanno lasciato segni indimenticabili sia per le persone a noi care che per le semplici cose che arricchivano il nostro vivere quotidiano....oggi non mi riesce adeguarm a vivere il presente cosi come va vissuta ,mi isolo da tutti e tutto e vivo di tenerissimi ricordi....

il 06/05/2022 alle 21:17

Grazie della tua empatia Gabriela. Scrivo qui perché ho bisogno di esternare i miei stati d'animo, dato che non sto bene tra la gente. Inoltre , mi consumò di rimpianti, per quello che non ho più e che solo adesso riesco ad apprezzare. Un caro saluto.

il 06/05/2022 alle 21:46

Trovarsi nei luoghi dove il passato vive ancora, difficilmente si possono dimenticare insieme alle persone che hanno dato il piacere di vivere momenti con tanti bellissimi ricordi. Malinconia da superare curando il passato.

il 07/05/2022 alle 13:26