PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 06/05/2022
Esile, figura di donna
evanescente, se ne sta
in una virgola di mondo
assorta è, in quella linea
che a perdita di sguardo
taglia l'orizzonte
di pensieri erranti.

soggiace, silenziosa
facciata alla finestra
a mirar con lo sguardo
che silente s'allontana
in quella bellezza che
a dito segna, soave
belvedere ove, l'infinito
toccando finisce
in tempestose cime
che si stagliano su bagliori
riflessi in un effimero tempo.

muto fluisce, consumato
da un soffio di vento
che s'affanna a scrutar
scorci d'eterna giovinezza
e, nel mentre se ne sta'
nel suo disegno, persa
lontane stelle la fissano
e come sempre la notte
scende in quei sogni
come a voler quietar
i suoi itineranti pensieri.

ama
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

Che classe quella "virgola di mondo"...

il 06/05/2022 alle 11:45

Una composizione molto fine e sottile, complimenti davvero! Ciao.

il 06/05/2022 alle 12:47

Grazie ad entrambi per i sentiti commenti... buon pomeriggio e buona poesia.

il 06/05/2022 alle 13:14

Una poesia toccante complimenti sinceri

il 07/05/2022 alle 06:13

Grazie Enzo per la nota di commento... Buona giornata e buona poesia.

il 07/05/2022 alle 11:56