PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/03/2022
Ai margini di un bosco
maria, nata senza una stella, ai margini di un bosco, che era il suo castello
dentro a un cinema di periferia, per mezza sigaretta te la portavi via
Da mille anni prima e per cento anni ancora, gli dicevano che era amore
affogava tutti i giorni, con lacrime e aceto il suo passato, per non sentire dolore
lavava con la pioggia il suo sudore, ma non poteva lavare lo sporco Dentro al cuore
corre Maria per le strade, perché suo figlio non era ancora nato
Maria, aspetta quella mezza sigaretta, per portarla via
ora Maria, corre per le strade, perché suo figlio adesso se ne andato
e’ tornata ai margini del bosco del suo castello, per cercare la sua stella
ora che anche al cinema, non le danno mezza sigaretta, ha deciso di fare in fretta
alza gli occhi al celo piene di stelle, una diventa nera forse è quella
alza gli occhi al celo senza stelle e quella nera, diventa la più bella
maria corre di note , ma per le strade sono chiuse le porte
ora mentre tutti, hanno la maglia di lana, Maria rimane solo una puttana
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)

Tenere vere e belle le tue storie, Nico! Una persona che descrive semplicemente l'infinita sporca dolcissima bellezza della verità del tempo in cui siamo immersi. Quasi sceneggiature neo-realiste del tempo felice della nostra più bella letteratura cinematografica.. Complimenti!

il 15/03/2022 alle 19:00

Tutte le Marie come la tua ti ringraziano e ti sorridono.

il 18/03/2022 alle 08:18