PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 24/12/2021
Eco infinita
tra un dire e un non dire
che al più tace
la voce sorgiva,
tra smorfie e sorrisi rappresi.
Ricordo ancora
quel primo soffio di luce
che al primo incontro ci dette il là.
Ogni parola
si spiegava con altre,
granelli riflessi
come sabbia dal mare.
Rivoglio le tue faccette timide,
quel ritrarti ed esporti,
quel tuo lasciarmi lì
a guardarti mentre
ti allontanavi
col residuo di un riso
in tralice.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (4 voti)

Bellissima Corry, l'effetto eco mi piace molto, un caro saluto.

il 24/12/2021 alle 14:06

Veramente un bel testo intriso di lirismo...saluti cari.

il 25/12/2021 alle 12:33

Mi piace questo eco!

il 25/12/2021 alle 15:35

Forse la vigilia di Natale mi ha ricordato una storia passata. L'incontro con una "capricciosa" che non ho davvero mai capito...Grazie.

il 27/12/2021 alle 09:47