PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 29/11/2021
A te va ogni mio verso e fantasia
l'aria salmastra di quella pineta
la poltroncina della vecchia zia
che cigolava tutta e ancor ci allieta.
verde, velluto a coste… che poesia!
in quella stanza buia e un poco tetra.

tu hai anestetizzato ogni mio senso
mi specchio nei tuoi occhi verde intenso.

e quelle acrobazie da circo equestre
nel tempo e nello spazio così amaro…
ora ascolto Calcutta e le ginestre
un tempo assetate di un riparo
sono gialla cornice alle finestre
e il sordo miagolio di un giaguaro.

non ho più tanta voglia di spiegare
sott'acqua non so più come gridare.

  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

Spero tu possa riemergere presto e riprendere a gridare! Bella lettura. Brava!

il 29/11/2021 alle 17:14

Momenti così che vengono e vanno... pensieri che sembrano nell'apatia addormentarsi e nel vuoto imparano a nuotare ...piacevole lettura.

il 29/11/2021 alle 20:32