PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 23/10/2021
dalle file ordinate dei cipressi il maestro ordina la musica
il vento esegue inclinandoli a suo piacimento
sinfonia per nessuno
tutto è rimandato a chissà quando
il marmo non ha orecchi
i fiori sono stanchi
i lumini dormono spenti
solo il secchio raccoglie le gocce,anche se stanotte nessuno si specchiera'
  • Attualmente 4.625/5 meriti.
4,6/5 meriti (8 voti)

Ciao, filosofo :) Quello che hai scritto mi piace un casino... una sinfonia per nessuno, tutto è rimandato nel tempo. Dieci con lode, ma anche di più. :)

il 23/10/2021 alle 09:09

...I cipressi che a Bòlgheri alti e schietti...

il 23/10/2021 alle 09:53

Adoro questa poesia, Enzo! Un bacio

il 23/10/2021 alle 10:01

Bella Enzo, complimenti.

il 23/10/2021 alle 10:55

Si specchia di solitudine il canto della notte. Il silenzio. Siamo come i respiri andati a guardar trattenendo i nostri : la magia del mai più. Bellissima, Enzo! Magica!

il 23/10/2021 alle 12:50

..."Davanti San Guido" ode di Giosuè Carducci 1874 ?...

il 23/10/2021 alle 23:07