PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 11/10/2021
Limpide le immagini
di un percorso tortuoso..
brillante..
ma illusorio!
le parole
trovano la giusta.. triste collocazione
i comportamenti...
risultano gli atteggiamenti premeditati
di un triste scenario di rapporti
opportunistici
falsi
inesistenti
come inesistente è il bene che mi hai voluto
perché se ce ne fosse stato
anche solo un briciolo..
anche solo quel rispetto..
da te tanto ricercato..
avresti emesso un ultimo fiato
per dirmi..
"Perdonami ma non posso più illuderti"
e lì..
avrei sofferto..
ma t'avrei stimato...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Bellissimo testo, Calipso, ti comprendo e me ne rattristo! Ciao, mi spiace.

il 11/10/2021 alle 19:12

Grazie Sir.. Sai a volte la tristezza viene sopraffatta dalla rabbia ed in quel momento.. è probabile che ricomincia la risalita soprattutto verso la vita reale !

il 12/10/2021 alle 00:42

"avrei sofferto, ma t'avrei stimato". Credo stia qui il perché di tutto. Nei rapporti di amicizia o amore che finiscono e come succede spesso,, in una delle parti non è mai iniziata, servirebbe avere l'onestà d'animo di ammetterlo. La sconfitta non appartiene a chi ha dato, ma a chi non ha saputo prendere.

il 12/10/2021 alle 07:50

Cara Genziana.. Credimi ho dato molto perché sia in amore che in amicizia.. Penso di dare l'anima senza filtri.. Filtri che mi avrebbero protetta da tale delusione.. Ma non sarei stata me stessa! La stima di cui parlo è data dalla lealtà che avrei voluto ricevere.. E dici bene.. Quando sostieni che magari da una delle due parti non è mai iniziata.. Non è facile accettare tal amara verità! Grazie

il 12/10/2021 alle 11:22

Ti comprendo, sono anche io così. Quando si dà il meglio di sé e poi si capisce che non è servito a nulla, si entra in conflitto anche con sé stesse, ci si sente sbagliate senza sapere neanche il perché e in cosa. Non è la sofferenza in sé a spaventare, quella si supera: è quella sensazione di incertezza e delusione, che ferisce, il bisogno di rimettere in discussione la propria personalità, il dubbio che si insinua, il desiderio di diventare diverse, più distaccate e lucide, insensibili. Ma non accadrà mai, non è nella nostra natura.

il 12/10/2021 alle 11:36

Esatto.. Genziana.. Grazie.. Un abbraccio

il 12/10/2021 alle 11:54

Molto bella, molto sentita, molto vera e condivisibile. In tanti hanno vissuto situazioni così simili. Aldilà delle ovvie differenze di genere, le sofferenze sono uguali. Concordo con Genziana: ottima la chiusa.

il 12/10/2021 alle 13:47

Grazie mille.. Corry

il 12/10/2021 alle 20:50