PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 10/10/2021
Int''a 'na stalla fredda e senza luce,
e' arrivate veramente 'o vero Duce.
e' Natale è 'nu mumento assai bello
pecchè oggi è nato 'o Bambeniello!

po' pe' feteggià Pasca,
'o mettimmo 'ncroce,
'o facimmo campà quacche mese
e ce facimmo pagà e spese.

facimmèla fernì chesta jacuvelle,
facimmo 'na cosa assai cchiù bella,
facimmelo nascere 'o Nennillo
e crescimmencello comm''a 'n'angiulillo.

se Isso nasce e po' nun more,
a nnuje nu 'nce ven''o male e core.
e' certo, ca si Isse campasse,
natale sì, ma Pasca nun venesse.

accussì, festeggiammo sule Natale,
'o juorno ca è nato 'nu Reale.
cu tutt''e ffeste ca 'o calendario ci votta,
nun vene Pasca? Embè che ce ne fotte!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Testo molto tenero e spiritoso. Ho cercato di inviarti un messaggio personale, ma, chissà perché, non sembra tecnicamente possibile, quindi ti scrivo sulla tua bacheca dei commenti. Volevo dirti che ho letto in ritardo il tuo commento alla mia poesia "Il tuo potere". Sei stato veramente molto generoso, è la prima poesia che ho scritto nella vita, poco dopo la morte di mia mamma. Stilisticamente lascia a desiderare, ed è forse ridondante, ma veramente ci misi tutto il cuore, ed è forse questo che tu hai saputo percepire. Grazie e un caro saluto.

il 14/10/2021 alle 00:10

L'avevo letta, questa tua, ma il tempo è tiranno. Grazie al commento di Geronimo lho ritrovata. Molto significativa, nel suo intento. Voglio leggerci il desiderio di non ridurre al solo santificare le feste in modo abitudinario quello che è, a tutti gli effetti, una nascita che dovrebbe portare speranza e fede incondizionata. Celebrare la nascita senza ripercorrere la drammaticità degli eventi che seguirono, senza ovviamente negarli, forse lascerebbe nel cuore un tocco di luce e di ottimismo in più.

il 14/10/2021 alle 21:08