PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 21/09/2021
Uomini in fuga
naufraghi tra cumuli di macerie
gettano l’ancora
negli occhi di figli fragili
per riposare
prima che un vento di tempesta
risospinga al largo le vele.
sui volti dipinti d’angoscia
una promessa rischiara la strada
mentre la Storia
muta le cose e le genti
aprendo le tombe dei demoni.
ma sulla collina
nessuno tradirà il segreto
di padri addormentati
come scintille protese al cielo.

distesa sotto le coltri del vento
la luna versa silenzi e profumi violenti
un lembo malconcio di nubi
assembra un odore di razze
confuso tra stelle ed enigmi.
da uno stuolo di gemiti ascende un grido
e risuona senza fragore tra le afose incertezze
quasi ad unire il mistero
ad un velo sottile che disfiora un vizio di vita
sul quale si chiudono lente
le ultime imposte.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)