PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 20/09/2021
Ostacoli ad oggetto
l’enigma del dado
sciogliere la fune
e imprimere la rotta
ognuno la sua mappa
un esito che sigla
attimo iniziale:
un luogo per il pasto.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)

Ognuno di noi ha la sua mappa, la sua rotta da seguire. Tuttavia, non sempre la vita ci offre quello che ci siamo prefissi, gli ostacoli ci sono e ci saranno sempre. Questo è quello che mi ha trasmesso la tua poesia. Ciao, Maestro.

il 20/09/2021 alle 15:58

Questa la conosco, è sicuro.

il 20/09/2021 alle 18:13

Bene. Parto dal titolo, ad arte, aggettivato, che in sé è narrazione del percorso ad ostacoli che la vita ci propina nel suo ineluttabile scorrere e ci rende "tronchi" o privi di qualcosa. Tre passaggi, i tre versi iniziali, a rappresentare la trilogia vitale di tre condizioni-momenti dell’uomo: barriere, dubbi e salto (salto a cui si aspira per approdare a “un luogo per il pasto). E qui la metafora, a mio sentire, ha veduta più ampia, va ben oltre la significazione del luogo in cui si trova appagamento fisico, si espande sul versante della quietudine dell’anima, e, semmai, anche su quello della trasposizione nell’essenza di sè.---- Io, così l’ho sentita e vissuta questa tua Opera, Rav. Ciao. a.

il 20/09/2021 alle 23:04