PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 17/09/2021
...
è poi succeso che
mi hai dato i fianchi
ed io ti ho teso
i palmi incandescenti
e le lebbra dischiuse al sentimento

quant’ansia imprigionata sui cuscini
mentre il mio petto
pulsava a più non posso

cos’era amore
tutto il tuo languore
o voglia squilibrata di scopare?

ora ti vedo stanca nei tuoi anni
il viso non baciato da rugiade
e gli occhi verdi quasi semiassenti

mi sei rimasta dentro
come follia di un giorno strampalato
giocato a fior di pelle per incanto
in una notte strana
al chiar di luna
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (6 voti)

Meglio avere amato che non averlo mai fatto. Leggo un pizzico di rimpianto, sbaglio? -----> Bella.

il 17/09/2021 alle 17:05

Spero fossero entrambe le cose! A parte "quell'espressione" : una bella e decisa poesia!

il 17/09/2021 alle 18:15

Quando una persona riesce a trasmettere un frammento della sua anima che non si dissolve col tempo...l'enigma di una notte strana al chiaro di luna.

il 17/09/2021 alle 19:00

Nei ricordi...spesso si riaccendono sensazioni ed emozioni spente nel tempo...piacevole lettura.

il 17/09/2021 alle 19:47

Un'amante, un momento che ha vita propria "...mi hai dato i fianchi" è un segno. Molto bella.

il 17/09/2021 alle 22:19

E questi chiari di luna ... lettura gradevole, e poi, l'importante è il ricordo. Un saluto

il 06/10/2021 alle 18:39