PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 14/09/2021
il mio vestito
aveva piume
bianchissime

adesso
tra i denti
lo zucchero filato

piovono
dal cielo
incorruttibili sogni.
si spostano vaghi,
seguono la fuga
delle nuvole
tra le dita divaricate
del sole.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

...fra le dita divaricate del Sole...

il 14/09/2021 alle 10:52

faccio fatica negli ultimi giorni ad apprezzare l'estetica: è come se l'intera Pianeta mi fosse entrato dentro e avesse preso il mio posto, quindi... Quindi no, quei sogni incorruttibili sono un dolcetto, il desiderio espresso di un condannato (a vivere), in un mondo diverso. Ciao Ele, scusa se mi sono intrufolato pesantemente nella tua poesia. Bah, per finire do ragione anche a Rom

il 14/09/2021 alle 11:02

Si, intero, intero pianeta

il 14/09/2021 alle 11:03

Trasmette un senso di purezza, malgrado tutto i sogni sono incorruttibili.

il 14/09/2021 alle 11:31

Camminando nella fiera della vita. Bella.

il 14/09/2021 alle 13:13

Buon pomeriggio In3s. Malinconica questa tua lirica. La figurazione del candore è di una tenerezza disarmante, ma sembra pure un volo senza ali, un rifugiarsi in un altrove già abitato ma divenuto irraggiungibile. Mi va di vederti avanzare danzando d’amore nel tuo vestito di piume, leggera e splendente. La seconda strofa vive dell’aroma di dolciastro gustato nel tuo incedere in danza. Resta in bocca tra i denti e se ne degusta ancora il suo sapore. Poi si sprofonda: l’andare è sogno, inossidabile, testardo per dirlo alla Prevert, meraviglioso sì, ma pur sempre sogno destinato all’evanescenza, come la fuga delle nuvole “tra le dita divaricate del sole”. Sul piano estetico, Rom ne ha telegrafato lo spessore, citando, non a caso, i due incomparabili versi di chiusa. Non che il resto sia di meno, ma il picco della fragranza poetica, come una ciliegina sulla torta, sta lì. E non solo, voglio dirti ( tanto me l’hai ispirata tu) questo: al candore di giglio | oso il mio amore | come farfalla pazza | crisalide m’avverto | mentre s’appresta l’ora | metamorfico è salto che ci salva. ----- A proposito, sei ”in tre esse?” Ti va di spiegarmele?. ---- Ciao romanticona che non sei altra. Apopi distruttore.

il 14/09/2021 alle 15:45

tre esse e quattro sei; connubio fulminante...

il 14/09/2021 alle 19:15

@rom - sì, ho pensato a uno spazio abbastanza largo ma anche stretto, che si potesse quasi chiudere di colpo in un fugace contatto @fantaman so tutto ale, so quello che senti. e ,comunque vada, tu sei la dimostrazione fisica di questi incorruttibili sogni @grazie vins. i sogni sono tutto, perché sono la nostra leggerezza, la nostra verità @mitri, questo non è soul clip vero? :) @ciao popi, il tuo commento mi fa pensare che quella capacità di cavalcare "l'intimità" della poesia ti appartenga fortemente (già lo sapevo) e le tue parole è come se avessero dato nuova luce a una poesia che ho pensato in diversi giorni poco lucidi. oltre a questo, hai scritto per lei (quindi per me) dei versi magnifici. romanticone tu, dunque. te lo spiegherò comunque, ti spiegherò tutto. @fabri ecco un caso in cui il commento supera la poesia ahahah

il 14/09/2021 alle 20:11

Qiei sogni scaldati dal sole prendono vita! Brava In3s

il 15/09/2021 alle 08:55

Quei

il 15/09/2021 alle 12:58