PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 10/09/2021
ho il vento mi morde sulla schiena
e una maschera è il cuore
rannicchiato com’è
sui miei silenzi

sfalcia tepori il mare
di creste imbellettato
e di lampare in secca

mentre il fiato s’accorcia
sul filo molto lungo
di un aquilone pazzo
che violenta il cielo

atavico
un dilemma m’assale
sul ciglio del tramonto
  • Attualmente 4.16667/5 meriti.
4,2/5 meriti (6 voti)

...è forse: "Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo..."

il 10/09/2021 alle 18:27

una composizione contemporaneamente visionaria, surreale e introspettiva... eccellenti le rappresentazioni simboliche e i riferimenti evocativi... secondo il mio modestissimo parere, altissima arte poetica...

il 10/09/2021 alle 18:29

Concordo con fabri decisamente

il 10/09/2021 alle 18:41

Apopi non scherza, e questa poesia ne è la prova.

il 10/09/2021 alle 18:44

Ogni dilemma segue un filo, e quell'aquilone ne è complice inconsapevolmente! Bella e molto profonda! Saluti cari!

il 10/09/2021 alle 19:03

In quanto al "dilemma" la tua lettura in chiave esistenziale ha ragion d’essere. Grazie Cantorom

il 10/09/2021 alle 21:41

Che dirti Ravachol, sono compiaciuto per il tuo apprezzamento. Grazie e un saluto.

il 10/09/2021 alle 21:42

In3es, come Rav.

il 10/09/2021 alle 21:42

Corbo, so anche scherzare, credimi. Un passaggio gradito il tuo, Grazie

il 10/09/2021 alle 21:43

E’ vero Sir. Saluti anche a te.

il 10/09/2021 alle 21:43

Bella e piena come poche. Immagini che scorrono e ben rappresentano lo stato d'animo, il contesto, i colori.

il 11/09/2021 alle 10:45

Mi piace il titolo, lo trovo davvero originale, per non parlare delle magnifiche metafore. Complimenti.

il 14/09/2021 alle 17:35

Grazie, Angela.

il 14/09/2021 alle 19:14