PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 27/08/2021
Se non riesci a meravigliarti della velocità delle nuvole
o spaventarti della rabbia del cielo in tempesta,
non puoi pretendere di scrivere, dipingere o comporre.

se il dolore che provi per un amore finito non è paragonabile a mille lame che penetrano il petto,
vivi una vita normale e lascia perdere.

se riesci a trattenere le lacrime e le tue debolezze,
non sei stato toccato dalla mano sinistra di Dio.

se il tramonto che muore all'orizzonte non ti ispira arte,
non tentare credendo di farcela,
è inutile.

se la musica la ascolti solo come sottofondo alle tue faccende,
continua,
tranquillamente.

se una poesia non ti fa riflettere almeno un ora,
cercane altre e, dopo averle lette, cercane ancora.
se non ti hanno cambiato sei già completo così.

la verità è che la sensibilità è una maledetta trappola
giri per il mondo senza anticorpi,
senza pelle,
come se fossi nudo nel centro di una piazza in pieno inverno,
con il gelo che ti ammazza e le persone presenti che ridono di te e ti sputano addosso.

e' una croce di legno e spine conficcata nella testa,
perennemente .

una salita continuna,
senza tregua

non cercare la sensibilità,
non la puoi trovare

se sei già completo così, sei un miracolato
toccato dalla mano destra di Dio

continua leggero a leggere.
ad ascoltare musica a caso
a creare legami di una notte

la vita dura poco
vivila perchè la sensibilità
molto spesso
la annienta
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

La sensibilità nasce con noi, è un dono, anche se a volte risulta essere doloroso, ma ci permette di vivere in profondità, di vedere dove altri non vedono.

il 27/08/2021 alle 06:37