PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 22/08/2021
se oggi morirò
voglio cucire
tra le pieghe del cuscino
i miei sogni di pelle.

li vedrò arrossire
come pesche
sedotte
da un alito primaverile

nel bozzolo
di un cuore fradicio
saranno solitari affreschi,
insinuate notti alla finestra

occhi discreti
sul tonfo di un seno nel piatto
crepato all'affondo

-il mio accenno, appena-.
  • Attualmente 4.57143/5 meriti.
4,6/5 meriti (7 voti)

sempre belli i tuoi scritti un po difficili da capire

il 22/08/2021 alle 19:45

Molto intima e personale, aleggia un qualcosa d'incompiuto.

il 22/08/2021 alle 21:15

Salvare i propri sogni che rappresentano forse la parte più vera e indifesa di noi: l'immagine delle pesche è poetica e struggente. Questa tua mi fa pensare al Grande Gatsby.

il 23/08/2021 alle 07:42

Un lampo abbagliante e poi la morte come inizio ad occhi chiusi. Ciao

il 23/08/2021 alle 11:51

Una morte improvvisa!! Era solo un sogno! Hai provato strane sensazioni! Un saluto

il 23/08/2021 alle 19:52

grazie a tutti amici, solo per accorgermi che anche mentre sta per finire, ancora mi mostra timidamente il volto

il 23/08/2021 alle 20:07

Spero sia solo un sogno,mi piace la riva come incipit.L'approdo per un nuovo inizio...

il 24/08/2021 alle 21:00

Citando terzani… la fine é il mio inizio. Baci ninetta

il 25/08/2021 alle 07:39