PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 18/08/2021
Ritornerà il velo
e
coprirà la tua bocca
i tuoi sogni.
era un dono essere finalmente
un corpo e una mente
libera
insieme a tutti i corpi visibili.
dove sei donna di Kabul?
Dove sono la libertà , le cicatrici
il tuo risveglio interrotto?
Sei un fiore a ritroso
in quello spazio ristretto.
ritornerà il velo
e
nel desiderio di pace
sarà di nuovo guerra.
  • Attualmente 4.3/5 meriti.
4,3/5 meriti (10 voti)

fosse successo vent'anni fa avevamo le carte necessarie per darle un piccola mano d'aiuto, ma oggi mi è praticamente impossibile ma il cuore mi piange, nessuno al mondo dovrebbe mai trovarsi in simili e crudeli situazioni, forse non dovremo più lamentarci.. Buona giornata carissima

il 19/08/2021 alle 10:33

Profondamente vera ...toccante ma,... piuttosto che tornare a rivivere il passato (anche se donna ) lotterei fino alla fine per difendere il diritto alla mia libertà... siamo una moltitudine di donne superiore al loro numero (si dice addirittura che ad ogni uomo spetterebbero addirittura 8 donne e mezzo per quante ne siamo , se uniamo le nostre forze forse a qualcuno potremmo creare problemi e ottenere risultati positivi ... cominciamo col tener serrate le gambe e, ad ogni violenza subita sempre pronta a vendicarti...la violenza va sempre combattuta e " MAI subita " Sono nata pacifista e regalo rispetto ed amore soltanto a chi amore e rispetto merita....

il 19/08/2021 alle 11:03

Questo velo lo porterà tutto il mondo! Non siamo capaci di una minima immedesimazione, di una semplice riflessione, di una producente mediazione! Una sconfitta internazionale! Bellissima poesia, Ninetta! Bravissima! Un saluto di stima!

il 19/08/2021 alle 11:58

Mi inchino a tanta profondità. Piango per tanta infelicità.

il 19/08/2021 alle 15:22

Se la Storia ha un senso e non viene davvero scritta dai vincitori, quel che è successo è surreale. Un contributo morale e politico è dovuto alla dignità del popolo afghano soprattutto femminile. Bellissima chiamata "alla civiltà vera" dai bellissimi intensi tragici commossi tuoi versi.

il 19/08/2021 alle 18:59

Ciao Tonino, concordo con ciò che scrivi, non riesco a capire tutta questa crudeltà , so che nonostante si fosse instaurato il governo nazionale, ora in mano ai Talebani, le donne specie quelle delle zone rurali avevano molte limitazioni lavorative e sociali.La situazione odierna per tutti è drammatica.Un caro saluto.

il 19/08/2021 alle 22:00

Ciao Gabriela, non è facile purtroppo opporsi agli invasori.Certamente di fronte a tali notizie si ha l'impulso di ribellarsi, ma è molto pericoloso.Ho visto comunque che alcune donne coraggiose hanno manifestato pacificamente il loro dissenso, purtroppo non sappiamo come è andata a finire.Ho letto che gli invasori vanno di casa in casa a rastrellare le donne che avevano un ruolo nella società e che cercavano di portare avanti l'emancipazione femminile attraverso la cultura e il lavoro. Gabriela, sono pacifista come te e come te sono contro la violenza .

il 19/08/2021 alle 22:09

Salve Sir.Un qualsiasi soldato americano sapeva che un terzo della polizia afghana era dipendente dalle droghe ed un’altra buona fetta supportava i Talebani.Ecco che, come vedi, sono entrati a kabul senza spargimenti di sangue . Sconfitta degli Stati Uniti? Si! della NATO e degli altri che seguivano questi interventi in afganistan .Miliardi spresi al vento in compenso, dopo l’invasione USA, è cresciuto drasticamente ed ora rappresenta il 90% del mercato globale l’ eroina – facendoci domandare se questo conflitto non debba essere visto, almeno in parte, come una nuova guerra dell’oppio.Odio le guerre e la sofferenza degli innocenti...un abbraccio Sir.

il 19/08/2021 alle 22:35

Ciao Anna, se penso che sono libera di agire , di vestirmi come voglio, di lavorare, di andare a scuola, ringrazio ogni giorno il Signore.Soffro pensando alle donne che avevano appena recuperato alcuni diritti e ora sono di nuovo prigioniere.Un abbraccio!

il 19/08/2021 alle 22:42

Grazie Brunozzo, quel che è successo è surreale ma era nell'aria.Il contributo femminile in afganistan, nelle città, è stato importante. Credo che, nonostante tutto, ci sia nelle donne afgane una forza maggiore, in particolare la vedo e la respirano le giovani che studiavano e come ben sai la conoscenza apre la mente.I dittatori hanno sempre tenuto in mano il potere assoluto giocando sull'ignoranza del popolo.Le donne e tutta la società si stava emancipando, nascevano continuamente scuole e biblioteche.Ora non si sa come i Talebani si comporteranno...Ti ringrazio del tuo bel commento. saluti!

il 19/08/2021 alle 22:55

Ninetta arrivo per ultimo dicendoti che in tutta questa disgrazia non indifferente e' stato interrotto il traffico illegale di organi ,il traffico illegale di bambini e bambine ,tutto verso l'occidente e l'America ,ora quei corridoi umanitari saranno per parecchi afghani/e, deportazioni si parla di 350.000 umani sopratutto bambini e bambine,tutto lascia presagire che finita la caccia al terrorismo inizia la caccia al virus,speriamo di no.Un Saluto molto bello lo scritto e grandi sono le donne afghane

il 26/08/2021 alle 23:16

Mi trovi sulla tua lunghezza d'onda.Sono sempre vicina a chi soffre e condanno le ingiustizie.Ho il cuore stretto pensando ai bambini e alle loro famiglie.Grazie per il tuo gradito passaggio.

il 01/09/2021 alle 06:35