PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 29/07/2021
Qualche volta mi piace vedere i video su youtube per visitare paesi e città lontane. Non mi sono mai spostato dalla mia bella terra e così eccomi adesso a visitare San Pietroburgo, ieri ero a Bangkok, domani mi toccherà Sydney. L'Australia mi ha sempre affascinato, Sydney poi non ne parliamo, è da quando avevo dieci anni che sogno di visitarla o di andarci ad abitare.

Il video dura 45 minuti, il ponte, l'Opera House, l'Oceano, la gente...è tutto così scenografico! Ad un certo punto, sul trentesimo minuto vedo qualcosa che mi stranizza: un ragazzo che somiglia maledettamente a me quando avevo sui 25 anni in compagnia di un gruppetto di persone, giovani turisti italiani. Quello sono io, la mia polo hh blu navy che indossavo sempre, l'orologio Casio con le fasi lunari, vado subito a vedere la data quando è stato fatto il video. Non c'è.

Non ci posso credere...sembro avere un'espressione triste, quelli del gruppetto intorno a me discutono animatamente, poi si allontanano e mi lasciano solo tra la folla. Un uomo di colore coi capelli alla Bob Marley mi si avvicina con un grosso zaino e a questo punto il video stacca le immagini e va a mostrare lo skyline della città: mare e grattacieli, l'Harbour Bridge al tramonto. Ho intenzione di guardare quel video almeno mille volte ma la connessione salta e quando riesco nuovamente a collegarmi il filmato è svanito nel nulla. Cerco tutti i video di Sydney possibili e immaginabili ma nisba. Quella notte non riesco a dormire: ero io o qualcuno che mi somigliava? in fondo quanti sosia ci staranno al mondo? e la maglietta blu navy? L'orologio Casio che non so dove sia andato a finire dopo tutti questi anni?

L'indomani mi alzo straconvinto di avere avuto le traveggole, sono uno stupidino, che mi vado a inventare, io a Sydney? Ma se non sono mai uscito dall'Italia! Comunque mi metto a cercare ancora il video incriminato...nisba: Sydney in tutte le salse però quello che cerco non c'è più, così ricomincio il mio giro del mondo virtuale e tanto per non pensarci più scelgo Hiroshima...che luogo incredibile! La gente passeggia come se nulla fosse accaduto nel passato, il fungo, l'erba sintetica...però sembra avvicinarsi uno strano gruppetto di occidentali...ma è lo stesso gruppetto di Sydney! Quello sono io, porca miseria! Che ci faccio a Hiroshima? Stessi gesti, stessa sequenza, stessa espressione, uomo di colore con zaino-Bob Marley, solo lo sfondo del paesaggio è diverso: il Peace Memorial Park. Il video stacca su immagini terrificanti. Stessa disconnessione.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)