PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 10/07/2021
Un frullar d' ali si raccoglie nel vento,

danza nel magico fruscio del maestrale,

echi d' aria che carezzano il faro

e scompigliano le onde.

S' adagiano i gabbiani

sulla scogliera a picco sul mare,

tra le rocce di basalto

scolpite da l' acqua e dal vento

nella memoria che il tempo conserva.

I frangenti d' onda sembrano sogni

che corrono incontro a l' infinito,

braccia che si dibattono

per fermare l' attimo sfuggente

che porta letizia nel cuore,

gambe che levitano per salire

sui gradini del cielo

dove la luce è speranza,

solitudine per l' anima in un mondo

troppo veloce

che piano piano sta perdendo

il valore dell' amicizia, dell' amore.

Dove la luce è un ponte

dove si riflettono i colori dell' arcobaleno,

viatico per l' eternità

in occhi persi nel silenzio,

nella solitudine di fragili gesti,

di sguardi sorridenti che brillano

come le stelle della notte

nel chiarore del plenilunio.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)