PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 15/06/2021
Nelle giornate caldissime di Giugno, quando si mieteva il grano, nel secolo scorso, accadeva che alcune donne, venivano punte da un ragno malefico... erano quasi sempre donne ad essere punte.

succedeva che la donna veniva colta da attacchi di isteria, si buttava per terra, gridando e contorcendosi tutta. Si rendeva necessario l'intervento di alcuni suonatori
che con musiche appropriate stimolavano la donna a ballare.

si mettevano attorno a lei, per terra fazzoletti di vario colore...
lei li prendeva, ora uno, ora l'altro e danzava fino allo sfinimento,
fino a quando non prendeva da terra il fazzoletto che più si avvicinava al colore del ragno che l'aveva punta.

gli uomini che suonavano il tamburello sfiniti insieme a lei talvolta foravano la pelle che rivestiva il tamburello, era una suonata parossistica... non si poteva interrompere.

sorse così una specie di malattia sociale, chiamata tarantismo. Una malattia oggetto di studi e di curiosità. In verità era la manifestazione di un male sociale che colpiva donne soffocate dalla potestà dei padri padroni e/o vittime di mariti possessivi e crudeli.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Per una inconsapevole coincidenza ho pubblicato oggi questo articolo, proprio Oggi, giorno di San Vito, il ballo infatti delle tarantate era detto BALLO DI SAN VITO!

il 15/06/2021 alle 09:56

...questa mi mancava proprio...beh, grazie!

il 15/06/2021 alle 20:50

Cara Dina, per un approfondimento cerca La terra del rimorso | Il Saggiatore, di Ernesto De Martino

il 15/06/2021 alle 21:00