PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 12/05/2021
dentro
ho lasciato
tutto in ordine

colpo d'occhio
uscendo
fa impressione
il vuoto

poi in macchina le valigie
sul marciapiede il divano
ingombrante è rimasto
il nostro amore
al piano
ascensore guasto

una volta o l'altra
ci vediamo
magari per caso
forse mai
tanto vale
il solito impacciato
come stai

se certi giorni
passando di nascosto
sotto casa
trovo
a metter via
una vita
comune il gioco
al massimo un trasloco

un'ombra però sul viso
diversamente bello
quel battito di ciglia
chiudendo lo sportello
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

Formidabile Maestro! Ciao

il 12/05/2021 alle 11:52

Diversamente bello! Bellissima lirica Maestro.

il 12/05/2021 alle 17:47

bè ragazzi mò esagerate , 'sto maestro poi...vabbè lo prendo come uno scherzo perchè quel Vittorio è davvero di una simpatia e di una freschezza che lo invidio, io che sono sempre di umore nero o quasi...devo imparare da lui che è un romano di altri tempi quando si usava quel dialetto trasteverino eccezionale per alzare il tono dell'umore con quei famosi versi che solo il grande Proietti ahimè sapeva fare...caro Vittorio e cara Anna mi fate risalire la china di tristezza di questo periodo, se nemmeno ho postato la mia "" 11maggio2008"", che sicuramente c'è qui da qualche parte ma senza il mio nick visto che mi ero cancellato...è così, ogni tanto scappo dai miei incubi e ricordi e tormenti, ma voi siete tra i pochi che ormai conoscono come scrivo e vivo, ecco mi raccomando allora specialmente a sor Vittorio , di non lasciarci da soli, di non sparire, e di mantenere almeno qui una sorta di collegamento sacro d'amicizia, per cui ringraziando ambedue per la stima che ricambio , vi mando un grande saluto dalle marche, ciao vir

il 12/05/2021 alle 19:34

Immagini come fotogrammi precisi e incisi sulla pelle dei ricordi.

il 12/05/2021 alle 19:36

E' sufficiente un battito di ciglia. Ciao.

il 12/05/2021 alle 20:35

Amare vuol dire, "come stai?" e aspettare anche la risposta, ha detto qualcuno ed io sono felice d'aver ricevuto la tua, caro Vir.

il 13/05/2021 alle 07:28

00jl e Mitri riescono a dare sintesi meglio di me, che metto tante immagini e più invecchio e più amo la scenografia, rischiando il ripetitivo o il prolisso, mi lascio prendere la mano ai dettagli che si sommano e dentro risalgono per tanto vissuto, fino alla mano che trema perchè un ricordo a pelle è come pergamena, cara 00jl, e rimane impressa , sì come incisa la storia per una donna , e quel battito di ciglia riecheggia talune volte sulle mie pagine, giustamente l'hai visto pure tu , caro Mitri, basta quello per dire tante cose...vi sono grato per il passaggio a una attenta lettura, profonda condivisione, o partecipazione emotiva, ciao vir

il 13/05/2021 alle 09:33

difficile, Cara Anna, per me talune volte uscire dalla tana, anche un ciao o come stai, sembrano un'assurdità per un tipo d'orso che da sempre ha mantenuto un carattere di quelli...bè , a te sembra chiaro e naturale attendere come avere una risposta, io disperatamente cerco di parlare con tutti, poi suscettibile o permaloso, cmq chiuso da troppi anni con una feroce disciplina addosso, incisa sulla pelle come diceva bene 00jl che mi conosce ormai, con questo carattere devo fare insomma i conti, e amica mia credimi, quanto ci soffro, ho perso qualche amica o una in particolare per non aver almeno detto o meglio sussurrato come stai o ti voglio bene, sì, c'è differenza enorme, ma io tanto ho la gola cucita dal silenzio, un nodo, e mi scuso se risultassi talune volte ostico o antipatico, già porto addosso un nick che è pesante, davvero, ma lo debbo per sacralità al mio maestro, quello sì che era un maestro, don Clemente da Falerone , il prete in moto, il sociologo , tanto inviso dalla curia, che ha coniato il puerlongaevus, che mi ha insegnato a lottare per un'idea e per tanti ideali di rivoluzione, e tu vedi come mi sono dilungato da un semplice come stai, :-)))))))), ci rido sopra perchè poi all'ermetico criptico , conoscendomi appieno, segue un fiume che inonda, e qui spero di aver dato e detto tutto di me, insomma che a nessuno venga in mente di dire che non parlo, però a qualcuno, non certo a te amica mia carissima, io dico di non approfittarne, sono un puer ingenuo al confessionale, poi divento tanto ma tanto irascibile e calo il catenaccio...ma a te invece calo la mano con delicatezza a stringere la tua, Anna, per ringraziare della pazienza a leggermi, ce ne vuole eh, ...ciao vir

il 13/05/2021 alle 09:46