Pubblicata il 08/04/2021
a volte sognare è un po' come essere se stessi in un'altra dimensione, non necessariamente più ricchi, non necessariamente più capaci nell'affrontare le inevitabili difficoltà della vita ; a volte il sogno è solo un portale verso un mondo annusato, percepito, desiderato, sfuggito, che ha invece deviato il suo corso verso destini volutamente imperscrutabili.
ma capita una volta ogni tanto, di fermarsi, di riflettere, di immaginare cosa e come sarebbe stato se il sogno avesse preso vita, prendendo il posto della realtà che ognuno in questo momento occupa. E allora chiudi gli occhi, e inizi a navigare verso sentieri interrotti, strade chiuse, ponti mai costruiti, decenni di musiche mai scritte, frasi di poeti rimaste al buio, ed è lì che inizia il tuo viaggio. A casa ho un cd di John Lennon, un bellissimo concerto live del 2001 fatto dentro il Central Park. John è strepitoso, suona la sua chitarra con una leggiadria fuori dal comune. Si poggia su una sedia al centro del palco ; è imbiancato dagli anni, ma la sua voce continua a contagiare il mondo di meravigliose melodie. David Chapman passeggia fuori dal parco col suo cane a cui ha dato il nome "Imagine" e di tanto in tanto, tra una canzone e l'altra, ne canta il ritornello; poi torna a casa, abbraccia i suoi due figli, bacia sua moglie e finita la cena si dedica alla cura delle sue rose centifolia. Siamo a fine anno, in tv a reti unificate il Presidente della Repubblica Giovanni Falcone, pronuncia il suo discorso. Paolo Borsellino è il presidente del consiglio più stimato degli ultimi 50 anni. Ayrton Senna e Michael Schumacher, hanno da poco fondato assieme una nuova scuderia per il circus, e ridono come due bambini durante la loro prima conferenza stampa. All'ultimo piano delle torri gemelle, a distanza di oltre 40 anni, il nipote di Philippe Petit, ripercorre indossando le scarpe del nonno, i 42 metri di cavo d'acciaio che le separano. Il Dalai Lama, termina finalmente il suo esilio, ed è accolto in Tibet da un fiume umano di monaci. Roberto Baggio, racconta in tv di come divenne campione del mondo nel 94, spiazzando Taffarel e correndo al centro del campo per abbracciare Baresi. Peppino Impastato è il nuovo presidente della Regione Sicilia, e Rosario Livatino è il neo eletto sindaco di Palermo.
che mondo sarebbe stato questo?! Di quale potente materia sarebbero i sogni di oggi con questa realtà?! Quanta paura in meno avremmo per il futuro dei nostri figli?!.
È come per quel film, ti cade un orecchino, qualcuno si piega a raccoglierlo, e tutto assume una realtà completamente diversa ; una pistola s'inceppa, un auto davanti a te rallenta, un guasto al motore ti frena prima di una curva, un impercettibile cucitura del pallone ne devia la traiettoria, e così via.... È sempre e solo una questione di attimi, a loro volta dannatamente imperscrutabili.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

Quando il sogno diventa immaggine ,Piaciuta

il 08/04/2021 alle 18:07

io penso che pure se si avverasse tutto quello che sognamo continueremmo a sognare, magari immaginando qualcuno migliore di Lennon, di Falcone, di Livatino....la mente non si ferma mai e non è mai soddisfatta, ciò non toglie che quello che hai detto, oggi, per come stiamo combinati, sarebbe come bere acqua da una fonte purissima...

il 08/04/2021 alle 18:37

A me sarebbe bastato che l'Accademia delle Belle Arti di Vienna avesse accettato a suo tempo un certo Adolf Hitler.

il 08/04/2021 alle 21:05