Pubblicata il 07/04/2021
Ti lascio sola anima mia, all’ombra del passato.
tu sai dove trovarmi, conosci il mio nome,
i miei desideri e le mie volontà.

ho taciuto e continuo a tacere,
le parole hanno senso solo dentro di me.
fuori non c’è giudizio alcuno in grado di sfiorarmi.
quanti potranno comprendere l’ultramondo che abbiamo creato?

prima regnava solo il silenzio invece ora,
dall’istante iniziale, da quella che io chiamo nota grave,
noesi universale di kantiana ispirazione,
profonda come ciò che nessun infinito può rappresentare,
si sono manifestati l’ultraspazio e l’ultratempo.

inspiegabili, indefinibili e misteriosi ai sensi della natura umana,
intrappolata nel cronotopo quadridimensionale senza via di scampo,
essi definiscono l’estensione e la durata di un nuovo tipo di entità,
di natura e di essere che io chiamo ultrauomo.

si celebra oggi il rito solenne della nascita di un nuovo creatore splendente,
aldilà di ogni incredibile dio.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)