Pubblicata il 07/04/2021
Alle pareti i tuoi ricordi
quella tua vita prima di me
quella che sarà sempre tua
sorrisi e accarezzai con gli occhi
l'ocra di quelle foto ingiallite

tua madre, tua sorella, tuo padre
tutti i tuoi morti, morti così presto
e tu bambina, così dolce
abbracciata a loro

la tua casa così piccola
che sembrava un nido, spoglia
d'oggetti, piena di ricordi
ci abbracciammo poi
disperati e soli

andammo in giro tutto il giorno
raccontandoci su strade deserte
come angeli senza ali
come gli ultimi sopravvissuti
  • Attualmente 4.44444/5 meriti.
4,4/5 meriti (9 voti)

Scritto sereno da un anima triste ,Bello

il 07/04/2021 alle 15:14

davvero triste art..

il 07/04/2021 alle 16:14

si davvero triste

il 07/04/2021 alle 16:22

intima e bella la vicinanza non ha bisogno di ali

il 07/04/2021 alle 16:50

Il ricordo, questo tremendo e divino fardello...

il 07/04/2021 alle 19:14

Sei tu arturo, così dolce, empatico, hai condiviso ricordi e malinconia...poi insieme, vicini nella solitudine...toccante nonostante tutto.Un abbraccio!

il 07/04/2021 alle 20:58

Così avete scoperto cosa ho pensato durante le feste...grazie di cuore jeanpaul, Eleonora,ugo e bianca, grazie Eriot, hai ragione sul ricordo, è quello che ci rende uomini ma è anche tremendo, si, tremendo...

il 07/04/2021 alle 21:00

Un grazie di cuore anche a te Ninetta...un abbraccio

il 07/04/2021 alle 21:01

Cosa saremmo senza ricordi! Stupenda! Saluti di stima!

il 07/04/2021 alle 21:23

i nostri ricordi, croce e delizia...grazie morris, un caro saluto

il 07/04/2021 alle 21:26

È bella Ciro, ha dentro qualcosa di familiare che si risveglia in ugnuno, accanto al tuo sentire.

il 08/04/2021 alle 12:56

grazie Tina..un saluto caro

il 08/04/2021 alle 16:43

Non so di te ma ammiro questa tua.

il 09/04/2021 alle 13:22

grazie ben, c'è molto di me nelle mie poesie...ciao

il 09/04/2021 alle 15:32