Pubblicata il 28/03/2021
Il fanciullino corre a perdifiato,
calzoni corti ed ha le scarpe rotte,
scavalca muri e dopo lo steccato,
ritorna a casa e teme siano botte.

Poi lesto si nasconde in un anfratto,
rimane appollaiato, ormai è già notte
lo stomaco gorgoglia assai affamato,
e sogna due bistecche un poco cotte.

La madre che lo chiama con vigore,
e dall’anfratto lui fa capolino
la cena calda porta buonumore,

dalla cucina arriva un profumino
di cibo prelibato e il suo sapore
che allieta a fa felice il fanciullino.

E dopo cena lei lo cinge forte,
sussurra lieve e invoca buona sorte.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Tempi andati ma, anche solo ricordarli risveglia le emozioni di allora e sembra che il tempo non sia passato... piacevole lettura.

il 28/03/2021 alle 18:17

Ciao Gabriela grazie per il commmento; buon inizio settimana :-)

il 29/03/2021 alle 08:22

Bello, trasmetti serenità...ciao Aug94

il 30/03/2021 alle 22:44