PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Adi
Pubblicata il 07/02/2021
Cena di rabbia e silenzi
l'anima muta e ferma

trema languido
scende vorticoso
in esistenze esili sul filo

piano
sosta sulla cima placida
di vette lontane e scoscese

plana nelle menti
in silenzi
ruvidi di conoscenza
si ciba di dubbi
di non ascolto
di giustificazioni

si infiltra in radici lisce e secche
terre aride
deserti senza oasi
pensieri eccessivi di un amore
nudi di fronte alla vita.

dolore che avvolge
come seconda pelle,
lascia scie al passaggio.

amaro e incerto affiora il desiderio
da solchi ipotetici di futuro
fiori di campo a tingere
imperscrutabili terre assetate.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

Triste e reale, questa tua composizione, cara Adi. Ma mi è arrivata una sensazione di desiderata serenità. Di gioia non raccolta. Dividere per condividere. Bravissima. Passa una serena giornata. Un abbraccio.

il 08/02/2021 alle 08:30

bella

il 08/02/2021 alle 09:59
Adi

Grazie Minus e Arturo! Provando ad elaborare il dolore che ci avvolge, troviamo, a volte, la serenità che tanto desideriamo. Buona serata!

il 08/02/2021 alle 21:41
Adi

Grazie Genziana! Effettivamente la poesia manca nella prima parte di armonia. E' un discorrere, in alcuni punti, spezzato...

il 09/02/2021 alle 20:21

Adi, anche tu abiti la terra della sete, come la definì il poeta R. Carrieri?

il 10/02/2021 alle 17:13
Adi

Ora sono lontana, ormai da tanto tempo, ma è la mia origine e forse l'arsura che a volte sento e che mi spinge a cercare nuove "fonti", viene da lì! Grazie del tuo passaggio Anna!

il 10/02/2021 alle 19:38

complimenti grazie

il 28/07/2022 alle 14:40
Adi

Grazie Claus!

il 01/08/2022 alle 14:31