PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/01/2021
artiggenato
un vecchio a sede’ su la circolare
affollata da un frego de persone,
fu indotto a ‘na profonda riflessione
perché assisté a ‘na scena singolare:
*
co’ ‘n aria indiferente un giovanotto
s’avvicinò furtivo a ‘na signora,
e doppo ave’ sbirciato un quarto d’ora
j’appiccicò sur culo un pizzicotto.

*Subbito er vecchio, “barba de poveta”
sintetizzanno er sugo de l’evento
pensò: -Io j’arzerebbe un monumento
a chi sa fa’ ‘ste cose co’ le deta.
*
che de ‘sti tempi, è perlomeno strano
considerata l’automazzione,
dové pensa’ che pe’ compi’ ‘st’azzione
se deve ancora usa solo le mano.-
***
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Spiritosa e godibile! Buon uso del dialetto…;-)

il 27/01/2021 alle 00:57

grazie guga

il 27/01/2021 alle 09:18