Pubblicata il 13/01/2021
Essere liberi di sognare
a volte non è semplice
come pensare
quando tra le mani
ci troviamo soltanto
l'ombra dell’anima
che eravamo.
e non c'è abbraccio
che ci possa confortare
malgrado il richiamo
giunga da lontano.
in quegli istanti
vorremmo che il vuoto
inghiottisse tutto quanto
per smettere di soffrire
di appassire
di fronte all’evidenza
che la realtà erige
senza alcun riguardo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

"non c'è abbraccio che ci possa confortare" un testo triste e condiviso...

il 13/01/2021 alle 11:19

..persa nella realtà del tuo scritto... concludo che condivido il tuo sentire . Gabriela.

il 13/01/2021 alle 13:33