Pubblicata il 12/01/2021
Come promesso riferisco la conclusione del concorso ”La sacca” di cui ho già raccontato nel pezzo con lo stesso nome.

Prima di tutto i vincitori (a pari merito in quanto hanno avuto la stessa votazione).
Sono: Paola, dottoressa del pronto soccorso, e Gino, idraulico.
I due contenuti erano molto simili e li condenso in uno.

1) Libretto tipo Bigino, che spieghi chi comanda in ogni contrada in quel periodo, di che religione è che cosa pretende dai sudditi, con cartine geografiche.
(3 etti).

2) Mini dizionarietto italiano-latino
(3 etti)

3) Scatola contenente un mix di antibiotici, cortisonici, antidolorifici antifebbrili, antidiarroici, disinfettanti, cerotti, siringhe, fiale, mascherine e guanti. Pillole energizzanti e caloriche. Spray congelante.
(4 kg)

4) Tre accendini, scatola di tavolette di Meta (quelle che si accendono), carta igienica, un k-way, sapone, salviette. Un piccolo cannocchiale.
(2,5 kg)

5) Visore notturno a infrarossi, spray al peperoncino. Bussola, torcia a led, un coltellino senza punta e seghettato. Colla istantanea. Lettore mp3 con:
• un'ampia serie di consigli pratici su come sopravvivere o arrangiarsi in ambienti ostili
• preghiere dell'epoca
• una selezione di maledizioni e anatemi (più paurosi possibile) da pronunciare alla bisogna.
(2,9 kg)

Lungo applauso ai vincitori (ma c'è scappata anche qualche bottiglia di Prosecco).
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Grazie eriot. Quello che più mi piace dell'elenco sono le preghiere e gli anatemi in caso di bisogna. Perché temo che sono le uniche cose che salverebbero da un eventuale falò ah ah ah!

il 12/01/2021 alle 20:16

Applausi anche da parte mia...la mia idea degli antibiotici non era sbagliata.

il 12/01/2021 alle 20:34

Grazie Genziana e Vincent. Non nego che è stata la serata più divertente degli ultimi tempi. E devo raccontarvi questo: uno ha messo nella dotazione un sacchetto di marijuana. Quando gli è stato chiesto il perché ha detto: "per due motivi; se mi va tutto male mi pipo un po' di erba e mi consolo, e poi perché, non si sa mai, che rimbambolo qualche armigero ostile". Un altro ha messo una confezione di preservativi. Un suo senso ce l'ha. Infine uno ha messo una fiala di cianuro inserita in un dente, come Goering: " Se mi torturano voglio morire prima". Ah, la fantasia...

il 12/01/2021 alle 21:40

Effettivamente a quei tempi salvare la pellaccia era forse l'esigenza più sentita ( non che oggi sia poi così diverso, anche se è cambiato lo scenario).

il 13/01/2021 alle 07:49

Che gentaglia che c'era nell'anno 1000!

il 13/01/2021 alle 08:05

Il Prosecco dopo : che peccato! Ciao.

il 13/01/2021 alle 08:08

Dunque si parte, dopo aver smaltito i fumi del prosecco immagino.

il 13/01/2021 alle 08:40

Tutto molto simpatico! Allieta il lettore! Molto bene! ciao, Eriot!

il 13/01/2021 alle 10:21

Grazie mitri, arlette e Sir. Sì, si fa un po' per giocare e un po' per informazione. A dar retta alle cronache, nell'anno 1000 non era per niente facile fare un lungo viaggio senza incappare in qualche guaio, ma, se mai si potesse, sarei già partito, con o senza Prosecco...

il 13/01/2021 alle 15:17