Pubblicata il 11/01/2021
Buon giorno a tutti quelli che mi leggono,
vi scrivo per esprimervi il mio pensiero riguardo alle regola del sito che permette a chi scrive di pubbicare più composizioni al giorno, che a parer mio, penalizza chi ne pubblica solo una.
va da sè, infatti, che chi pubblica più composizioni (alcuni ne pubblicano veramente tante) ha la possibilità di avere più meriti e passare di livello, rispettto ad un altro che ne pubblica solo una.
in più, accade che una sola composizione di un autore che"merita" un punteggio superiore alle 2/5 pubblicate nello stesso giorno da un altro autore, si ritrovi ad avere meno voti. E, questo, se permettete non mi sembra equo. Consiglierei, vivamente ai colleghi che la pensano come me, di non esprimere meriti ai "seriali" quotidiani.

con rispetto Ardoval
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Me lo auguro! Grazie!

il 11/01/2021 alle 13:27

È un argomento già toccato, questo. Credo che, a prescindere da tutto, sia comunque difficile e pesante per chiunque prendersi la briga di leggere in un solo giorno molte opere di uno stesso autore e, di conseguenza, anche esprimere meriti sinceri. Purtroppo non tutti mirano al vero senso dello stare qui, non tutti hanno il buon gusto di porsi, al di là della regola che lo permette, un limite.

il 11/01/2021 alle 13:57

Ti ho dato cinque meriti se è quello che cerchi; se tu volevi farci partecipi del tuo pensiero avresti dovuto fermati qui e non imporlo a tutti ed ad ogni contributo. Questo sito ti offre l'opportunità di pubblicare i tuoi elaborati non per acquistare meriti , ma per condividere con gli altri . La poesia non deve essere competizione perché essa ti premia anche senza competere. Chi pubblica 100 non sarà migliore di te con 1 poesia , sarà solo diverso. Ne migliore ne peggiore ,sarà solo l'interprete di un'altra storia. Grazie. Ciao.

il 11/01/2021 alle 14:00

Credo anch'io che non serva informare ogni autore col medesimo scritto, ne basta uno, questo, e ognuno ne prenderà visione.

il 11/01/2021 alle 14:11

Egregio Mitri, i tuoi 5 meriti puoi riprenderteli , perché non li gradisco da chi ha confuso la critica da me espressa con un testo letterario e da chi pensa di fare elemosina dei suoi 5 meriti. A tal proposito, ti prego di non darmi meriti in futuro, qualora ti fosse gradito un mio scritto. Non mi ritengo offeso, però, perché sono abituato a prendermela solo con chi reputo di una certa altezza; e io non conosco la misura della tua. Il sito mette a disposizione di chi legge la possibilità di esprimere un gradimento che dovrebbe gratificare "lo scrittore" per quello che ha prodotto. Quindi, fai ancora un po' di confusione, nell'interpretare la mia critica. Il fatto stesso che il sito, in base ai meriti, principalmente, ti faccia salire di livello, significa un riconoscerti che sei stato apprezzato e "condiviso" da chi ti ha letto. Tu questo come lo chiami? Chi scrive non "compete" con gli altri scritti, ma vorrebbe essere letto e non finire nell'ultima pagina, perché qualcun altro lo sommerge dei suoi. E non entro in merito ai componimenti di sedicenti poeti e scrittori che "confondono" la poesia con il parolare (non temere, parlo in generale, chè ne leggo da chiedermi: "cosa è , dunque, la poesia?) In conclusione, tieniti la tua opinione e non tacciare di "acchiappameritiaqualunquecosto" chi non conosci. Buon pomeriggio

il 11/01/2021 alle 15:11

Egregia Genziana, non volevo commentare e tormentare tutti gli autori, postando loro il mio scritto; è che non pensaavo che la Redazione me lo pubblicasse. Tutto qui, semplicemente

il 11/01/2021 alle 15:13

per favore non andartene ardoval, già solo leggere le tue critiche fa bene al movimento della poesia, un saluto da Rich

il 12/01/2021 alle 13:05

Grazie Rich, lo apprezzo molto. Purtroppo, non posso restare in un sistema che permette dei giudizi di valore (i meriti appunto) e non semplicemente dei gradimenti, (tipo i like) che sarebbero di per sé opinioni personali. Così, come è regolato il sito, ogni autore degno di questo nome, è sotto la gogna dei livelli, che voglia o no! Io preferisco essere letto e apprezzato o criticato per lo scrito, attraverso il commento. Se rimanessi, accetterei di fatto ciò che non mi piace; anche alcuni personaggi spocchiosi che offendono, facendo finta di non averlo fatto. Come potrei pubblicare le mie considerazioni tradotte in testo di letteratura, sapendo che gli altri sono ostili? Conta quelli che si sono schierati e da quale parte. Qualcuno, tale Mitri, pur di colpirmi, ha travisato la mia critica, tacciandomi di andare a caccia di meriti, come se fosse il merito a fare una poesia degna di questo nome e "a sfregio" mi ha buttato in faccia 5meriti! E nessuno è intervenuto! Qualcun altro, si è soffermato sulla forma, invece che sul contenuto, pur di non schierarsi. La Redazione rimane muta e mi chiedo quale "interesse" abbia a non cambiare regole già e ancora criticate! Ti saluto, se mi permetti, anche con un abbraccio. Ciao

il 12/01/2021 alle 14:05

condivido il rilevamento e passo la competenza allo staff dirigenziale unico idoneo ad apporre modifiche al Regolamento che tutti abbiamo accettato all'atto della volontaria gratuita iscrizione

il 13/01/2021 alle 10:06