Pubblicata il 04/01/2021
"Sssss!

taci...

già sento la neve
che cade
sul muto pentagramma
e s'annoda
a gomitolo
la goccia di soffice gelo
che si posa
arabescando
note di calma
apparente,
mentre,
sotto la coltre
della rossa terra
la vena della vita
viene scossa
fino alla radice.

ma paziente,
come la rondine
attende
che l'Aprile
allieti di nuovi voli
le grondaie.
  • Attualmente 3.83333/5 meriti.
3,8/5 meriti (6 voti)

Mi piace!

il 05/01/2021 alle 06:58

Grazie.

il 05/01/2021 alle 07:39

Hai cambiato spartito, ma è sempre musica. Brava. Ciao.

il 05/01/2021 alle 08:42

Mitri questa la scrissi al primo anno di Conservatorio! Grazie, Ciao.

il 05/01/2021 alle 09:32

e scende lieve accarezzando anche i pensieri...

il 05/01/2021 alle 09:38

Siiiii Gabriela, grazie, ciao cara.

il 05/01/2021 alle 10:17

Splendide e dorate esclamazioni di femminile bellezza Ciao

il 06/01/2021 alle 17:45

Ciao amico poeta, grazie per il tuo commento.

il 07/01/2021 alle 08:15