Pubblicata il 22/12/2020
Scruto da un angoletto
d’una villa rumorosa,
il placido calore
delle percussioni che
il mio animo infoca.

sola, la villa rumorosa
è sgombra di menti
vaganti. Ma ogni
suono si confonde,
se appartiene al mio
flagello di membra,
o alla silente discordia

degli uomini operai?
o forse, agli uccelli che
non volano più
nei foschi orizzonti?
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

un bel mattino questo tuo...bella

il 22/12/2020 alle 10:43

Un bel testo scritto con maestria. Complimenti

il 22/12/2020 alle 11:27

grazie molte ad entrambi

il 24/12/2020 alle 22:20