PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 18/12/2020
Ed ecco che, le parole
non hanno più suono.
e dagli uomini poetici
intimorite, vanno via.

ogni sillaba pare niente,
e si perde nei racconti
di chi il fosco segreto
lo tiene con sé.

m'ubriaco di gente
che per prima, celato
ha agli uomini liberi
i suoi amori.

e gettare ogni foglio, mi
resta, dei miei racconti,
di passione asservita
alla chimera dei versi.

quando, il Padre degli
estri, abiterà
l'animo in cui emettono
i loro primi gemiti

queste parole a vuoto?
porgimi sul capo
una corona d'alloro
che possa plagiare

i miei inni, giovani.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

te la pongo volentieri, sul capo, la corona d'alloro, non ti scoraggiare...bella poesia

il 18/12/2020 alle 15:52

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

onorata! Grazie mille Arturo

il 18/12/2020 alle 23:13

io sono onorato, me lo hai detto otto volte!...(.°.)

il 18/12/2020 alle 23:47

ahahahah, piccoli problemi tecnici

il 19/12/2020 alle 13:36