Pubblicata il 29/11/2020
L'ho incontrata dopo.
passeggiava per strada.
l'ho vista nelle movenze.
negli occhi, nei gesti e nelle bocche.
e quel che più conta nell'immaginazione
di chi la sa apprezzare.
e non mi sono meravigliato
né tantomeno infastidito.
scioccato? No, che diamine.
perché il bello è anche questo.
non mi sono nemmeno preoccupato
quando in cucina non abbiamo solo mangiato.
e' un gioco piacevole e un po' azzardato.
l'anomala normalità che non difetta.
dai più non detta.
desiderio esaudito e assaporato.
lavare il corpo e la mente da ogni ostacolo.
e vestirsi di sano sfogo bollente.
godimento impertinente.
l'ho incontrata dopo.
passeggiava per strada.
come calamita
da molti usata.
come cane da caccia
liberata.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)