Pubblicata il 21/11/2020
T'inseguo, felicità.
senza mai riuscire a prenderti.
t'inseguo con tutto me stesso
e mi perdo tra i vicoli della mente.
mi perdo per strada.
sconosciuto ai passanti.
mi perdo e mi distraggo dalle luci di sogni astratti.
dove basta un passo falso per aggiungere distanze.
finendo col giustificare le mie assenze volontarie.

t'inseguo, felicità.
perché desidero toccarti.
tu che hai lasciato un biglietto dove dicesti di volermi.
e mi facesti provare l'ebbrezza dei vincenti.
per non dire che il mio piangermi addosso
fosse un segno di sconfitta.
distintivo dei perdenti.

t'inseguo, felicità.
e grido forte per fermarti.
perché lo so che tu mi senti.
io lo so che tu mi senti.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)