Pubblicata il 21/11/2020
Sento l’anima ingombrante
ed il corpo minuscolo.

perpetua ed indefinibile,
nel sarcofago del mio silenzio.

il mondo appare daltonico
senza coltri alla vista,
ecco, è lo scheletro di Dio.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)

Dentro un sarcofago di silenzio qualcosa canta

il 21/11/2020 alle 08:25

Sì, mi sembra perfetta. L'unico dubbio, se posso, è l'uso della parola "daltonico": avrei scelto un termine meno medico, più opprimente e asciutto...e poi il titolo.

il 21/11/2020 alle 09:41

ad esempio quale Vincent? comunque grazie molte, anche a Malalunaa

il 23/11/2020 alle 08:09

comunque il termine “daltonico” l’ho utilizzato volontariamente per storpiare la realtà nel suo senso più banale, attraverso i colori. Forse il termine medico è un po’ azzardato, ma credo che rispecchi bene un concetto: quello relativistico. L’assenza di certezze persino per quel che riguarda la realtà nelle sue forme più visibili, i colori

il 23/11/2020 alle 08:18

Non mi sembra giusto suggerire parole alternative, però dopo la tua esaustiva spiegazione, il termine "daltonico" mi sembra molto più convincente, riesco ad apprezzarlo meglio. Ciao e spero che il mio pensiero estemporaneo non sia stato fastidioso o fuori luogo.

il 23/11/2020 alle 14:10

assolutamente no, Vincent, mi ha fatto piacere. Un saluto

il 24/11/2020 alle 11:52