Pubblicata il 20/11/2020
Muove le mani, il vento
sulla collina dei sogni.
Schiude corolle
e disegna petali
su steli di polvere.

dalla fortezza
eretta a mani nude coi sassi
domino ancora
con eccellente sapienza
l'insolente ed insana
voglia di vivere.
  • Attualmente 3.85714/5 meriti.
3,9/5 meriti (7 voti)

Molto bella e di particolare finezza

il 20/11/2020 alle 17:04

...Bellissimi versi della Poetessa che, apparentemente, si lascia andare sulla carezza del vento sulla collina dei sogni ...e immaginiamo i suoi occhi sorridenti nel vedere i ricami che il vento disegna ...ma come novella Minerva la Poetessa dalla propria fortezza ammonisce tutti coloro che sfacciatamente e follemente abusano della voglia di vivere e li invita a percorrere il sentiero che li porterà a conoscere la sua sapienza… Quam parva sapienza regitur mundus !

il 20/11/2020 alle 18:23

Dura presa di coscienza, esplicitata con forza e determinazione.

il 20/11/2020 alle 21:32

Il penultimo verso mi risulta ridondante ,toglierei insana perché il desiderio di vivere è naturale. Ciao.

il 21/11/2020 alle 09:00

Riallacciandomi al commento di mitri: "La voglia di vivere è naturale"...proprio per questo gli ultimi versi hanno un sapore provocatorio: insana e insolente. Cosa si vuole provocare? la voglia di vivere. Ricordiamoci che non tutti a questo mondo hanno una smodata "voglia di vivere" però hanno paura per istinto. Insomma, c'è da rifletterci su questa esternazione di Genziana.

il 21/11/2020 alle 10:31

ho provato un mio motivo con i tuoi versi i cui ultimi andrebbero cambiati per poterne ottenere un repetita a mo' di ritornello... se vuoi poi ne ne facciamo videoclip

il 21/11/2020 alle 11:44

Per me è perfetta, basta concentrarsi sulla differenza dei significati voluti! Bravissima, Genzy!

il 21/11/2020 alle 11:50

Forma: nell'incipit prevale un utilizzo mentale delle pause e delle accelerazioni (punteggiatura), ma del resto non è prosa. Questa particolarità va di pari passo con lo stato d'animo della scrivente ma può mettere in difficoltà un eventuale lettore che è abituato a ritmi/scorrimenti più convenzionali. Contenuto: i muri delle fortezze vengono eretti per frenare o bloccare intrusioni moleste, in questo caso una voglia di vivere talmente prepotente che viene definita addirittura "insolente ed insana". E' un tentativo del super-IO di tenere a bada le pulsioni (libido naturalis). Per il resto sono in linea con il commento di Vincent.

il 21/11/2020 alle 14:14

L'osservazione del movimento del vento vuole evidenziare l'interesse per il mondo esterno, seppur pilotato dalla fantasia. Proprio perchè il desiderio di vivere è naturale sano e non è mai abbastanza, la seconda parte è provocatoria, sarcastica, amara. Quando si erige una fortezza interiore di autodifesa avviene uno scostamento dalla realtà che porta, in modo anche involontario, a frenare e poi lentamente inaridire la naturale propensione alla vita. Dominare la voglia di vivere è, al contrario di quello che può sembrare, una sconfitta, diventa quindi amaramente insolente, insana, ma solo perchè sempre più inarrivabile. Grazie a tutti. Ninomario, perchè no, mi farebbe piacere.

il 21/11/2020 alle 15:58

Il sasso come elemento primordiale, l'uno sull'altro il simbolo di una crescita, un augurio per tutti noi. Ho voluto leggerci questo nelle tue parole, Daniela.

il 22/11/2020 alle 15:07

Grazie Arlette :*****

il 23/11/2020 alle 09:14