Pubblicata il 13/11/2020
il tempo E’ un figlio di puttana

se comprendessi il Tempo
non lo sprecherei a scrivere.
sento la lancetta puntata
al collo come un coltello
affilato.
il Tempo è un figlio di puttana
che vuole rubarti ogni secondo,
ti entra in casa e ti fotte
la speranza dai cassetti,
i sogni dall’armadio.
È un ladro, un criminale
intessuto nel vento
e nella disperazione.
e nel mio teschio, oceano
di angoscia, ogni pensiero
è come un'onda di polvere.
e in questa notte,
oscuro sudario
che ci avvolge,
accarezzo il tuo corpo
come una bara vuota,
e tremo.
  • Attualmente 3.2/5 meriti.
3,2/5 meriti (5 voti)

a partire da "e nel mio teschio, oceano di angoscia" fino alla fine, la parte più incisiva, per me. Molto bella.

il 13/11/2020 alle 16:21

Grazie mille Genziana, contento che ti sia piaciuta.

il 14/11/2020 alle 14:23