Pubblicata il 11/11/2020
dolcissima Carlotta,
monterei la guardia notte e giorno
per difendere l’innocenza dei bambini,
mi fascerei in un’armatura di sguardi
per immergermi
nel recinto magico dei loro sogni…
accenderei le stelle ad una ad una
paventando che il giorno
possa arrecare dolorosi graffi
sulla superficie d’argento
della loro anima beata.
dormi serena, Carlotta
che la notte è incantata!
la tua bambola di pezza
tra le mani
affastella arcobaleni
per domani…

ninna oh!!!
ninna oh!!!
questa bimba a chi la dò !!!
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

Mi accorgo solo ora che la poesia, con titolo diverso, è stata pubblicata qualche giorno fa. Chiedo scusa.

il 11/11/2020 alle 20:28

Cara Anna, credo che la tua Carlotta abbia bisogno di vedersi adatta al futuro , che non sarà certo fatto di bambole di pezza. Noi abbiamo bisogno di sogni lei no. Perdona la mia ruvidezza, ma Carlotta mi brucia. Ciao.

il 11/11/2020 alle 20:28

Mitri questa è una poesiola che le avevo dedicato quando era piccolina. Aveva una bambolina di stoffa con il carillon che suonava una musichetta dolcissima. Grazie

il 11/11/2020 alle 20:54

...mi riporta al passato la tua tenera poesia ma, il desiderio di proteggere i sogni dei bimbi di oggi è sempre lo stesso che a loro mi avvicina... piacevole testo...

il 12/11/2020 alle 10:58

Anna la poesia e dolcissima e profonda ,ma se va avanti cosi' i bambini saranno solo oggetti materiali spero di no,Un saluto

il 12/11/2020 alle 12:14

Che bello passeggiare nella quiete delle ninna nanna, riconcilia come le brioche alla crema pasticcera, grazie

il 12/11/2020 alle 17:10
Rox

Dolicissimi questi tuoi versi. Grazie.

il 16/11/2020 alle 21:16