Pubblicata il 09/11/2020
Ciao , vecchio
vorrei sapere come stai ?
spero che tutto ti vada bene
dimmi adesso quanti anni hai?
forse gli anni che hai vissuto sono un debito che un giorno devo pagarti col sangue nelle mie vene

sei il pilastro su cui si basa la mia vita
e anche se non ci sei , tu mi stai sempre vicino come se fossi la mia ombra
sei la mia motivazione e la mia prima difesa contro ogni schema del fallimento che alla disperazione mi invita
e mi hai fatto vivere con una mente sgombra

hai assunto la tua responsabilità di mantenere la famiglia
e hai fatto il tuo meglio per farmi crescere come un uomo vero e proprio
perciò sei per me come un campanello d'allarme che ad ogni mio sbagliato comportamento mi sveglia
e con i tuoi comandamenti mi hai fatto evitare ogni percorso improprio

sai , vecchio che quando mi guardo nello specchio io ti trovo
forse nell'apparenza io ti assomiglio
e tu mi dici sempre che mi vuoi vedere meglio di te ed io per questo mi commuovo
perché mi sono accorto che sei un buon padre per un pessimo figlio

sei il fulcro, l'inizio e la fine della mia esistenza
e senza di te nei miei occhi il mondo crolla
perché tu sei il nido che mi dà accoglienza
lottando sempre per il mio benessere come se fossi un guerriero che mai non molla

il mondo è crudele perché ha separato un figlio da suo padre
forse siamo simili e nel frattempo diversi
forse le nostre differenze sono ladre
perché ci hanno rubati l'uno dall'altro e in un labirinto di incomprensione ci siamo persi

e per orgoglio siamo diventati ciechi
che non vedono la mera realtà
come se fossimo due uccelli che si beccano e tu a convincermi del tuo punto di vista il tuo fiato sprechi
perché per ostinazione mi lascio alla tua antipatia che mi porta all' animosità

forse tu cerchi un deserto e io cerco un mare
forse io voglio il cielo e tu vuoi la terra
forse tu vuoi scendere e io voglio volare
forse tu sei un realista e per la testa l'illusione mi afferra

senti , vecchio
i tuoi capelli sono diventati grigi
e ti manca già un passo alla tomba
tu non pensi che sia ora di mettere fine ai nostri litigi
perché l'affetto che ho per te mi fa avere nella testa una romba

ho un sentimento di sconforto per il tuo amore
sono scontento perché non sei soddisfatto di me
È come se io avessi un tamburo che rulla nel mio cuore
che ad ogni battito mi fa ricordare te

forse ti sei sbagliato o mi sono sbagliato
forse ogni giorno la vita ci separa di più e non posso resistere al tuo abbandono
però ti vorrei fare sapere che ti ho sempre rispettato
forse oggi io ti amo così tanto da chiedere il tuo perdono

mi manca il tuo splendente viso in cui sta la mia sicurezza
mi manca il tuo bel sorriso in cui trovo me stesso
mi mancano le tue mane tenere che sono per me l'unica certezza
mi mancano i tuoi occhi pieni d'affetto in cui vedo il mio riflesso

mi mancano le tue carezze che mi fanno sentire prediletto
mi manchi tu che non mi hai mai tradito o deluso
mi mancano i nostri scherzi insieme i quali sono l' unica cosa che adesso nella vita aspetto
mi manchi tu che sei l'unico al mondo con cui in persona mi scuso

mi mancano le tue braccia aperte
in cui vorrei affondarmi e di cui ho bisogno
vorrei sentire il calore del tuo petto come se fossi un beato che nel paradiso si diverte
vorrei che fossimo riuniti al più presto possibile come se tutto fosse un sogno

ti voglio benissimo , caro vecchio.......
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)

Si tratta della differenza tra le generazioni : è la storia di un figlio e un padre che vengono separati per causa di un ' incomprensione reciproca ....... Il figlio si pente e vuole riunirsi a suo padre chiedendogli perdono .....

il 09/11/2020 alle 18:15

Un consiglio che parte sincero....stampa questo foglio e....consegnalo a lui....forse l'amore troverà nuove vie...per trovare la strada che riunisce due cuori...

il 09/11/2020 alle 20:22

Ti ringrazio, Gabriela per il tuo sincero consiglio che condivido pienamente...... Ti saluto augurandoti una buona serata.......

il 09/11/2020 alle 21:05