Pubblicata il 02/11/2020
La vera sofferenza non la vedi.
la senti nelle parole rigettate come dadi.
nelle mani ossute e ballerine
primedonne del morbo di Parkinson
che mendicano senza volere nulla.
e nel silenzio gridano.

la vera sofferenza non la vedi.
la senti annusando l'aria rarefatta,
pregna di marasmi.
nei colpi violenti di tosse.
negli sputi catarrosi.
nelle disarmoniche bestemmie
che fanno della vita i loro disastri.

la vera sofferenza non la vedi.
perché i tuoi occhi fingono bene,
navigati attori,
di guardare ammirati orizzonti inesistenti.
versando asciutte lacrime su fazzoletti ricamati.
inconcludenti.
la vera sofferenza non la vedi.
la senti.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)