Pubblicata il 17/10/2020
E' un resoconto strano.
che non permette
una chiara valutazione d'insieme.
un resoconto disuguale.
fatto di attimi.
un vuoto che confonde.
che sembra rompa le catene.
ci si sente liberi di soffrirne.
liberi di scegliere
l'unica carta disponibile.
liberi e affascinati
dai giochi delle ombre.
condizionati
da quella mossa di scacchi
che ha messo il re
con le spalle scoperte.
aprire poi un capitolo a parte
non garantisce niente
di ciò che si ha o
di ciò che si vorrebbe.
e il tutto svuota la mente.
e' uno strano resoconto
fatto di impalpabili attimi.
che stiamo pagando fino in fondo.
prestiti.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)