Pubblicata il 05/10/2020
14 anni con Lucio e Mogol

nel ‘66 come in un mantra,
comincia tutta la vicenda,
un poeta un musicista incontra,
da quel momento diventerà legenda.

da tutti gli esperti ebbero un encomio,
mogol – Battisti erano i loro nomi,
e nacque così quel grande binomio,
saranno acclamati da tante generazioni.

“Balla Linda” e “29 Settembre” fanno con cura,
“Acqua azzurra, acqua chiara” e “Dieci ragazze”,
ma poi l’esplosione con “Un’avventura”,
cosi fanno il pieno in tutte le piazze,

“Io vivrò”, “Non è Francesca”, “Nel cuore nell’anima”,
arrivano “7 e 40”, “Mi ritorni in mente”,
con queste canzoni la gioventù spasima,
tutti s’innamorano completamente,

“Fiori rosa, fiori di pesco” e “Il tempo di morire”,
mentre che arrivano gli anni ’70,
intere folle fanno impazzire,
ed estasiare con “Emozioni” e “Anna”,

“Dio mio no” e “Pensieri e parole”,
“Innocenti evasioni”, “E penso a te”,
“I giardini di Marzo” e “La canzone del Sole”,
“Comunque bella” e “Anche per te”,

è una raffica di brani musicali,
insieme al “Il mio canto libero”,
che tra il ’71 e il ’72 non ha eguali,
di canzoni stupende c’è un esubero,

“La luce dell’est”, “Vento nel vento” e “Confusione”,
“Io vorrei…non vorrei…ma se vuoi” con ”Sognando e risognando”,
c’è tanto sentimento ed emozione,
la loro fama e la bravura si vanno consacrando.

nel ’73 rimane impresso,
insieme a “La collina dei cieligi”,
del “Il nostro caro angelo” il successo,
ricevono tanti applausi e pregi.

nella fine ’74 arriva “Anima latina”
un esperimento che sorprende,
con una musica divina,
che molti generi comprende.

si ritorna al genere originale con ”Amarsi un po” e “Ancora tu”,
“Dove arriva quel cespuglio” e “Si viaggiare”,
sono il massimo per quella gioventù,
che non potrà mai dimenticare.

si arriva nel 1980 a “Una giornata uggiosa”,
che segna il passo al loro divorzio clamoroso,
ma rimane anche “Con il nastro rosa”,
ultimo successo di questo duo favoloso.
vanno avanti poi da soli, ma non è la stessa cosa.
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)

Forse a te è passata inosservata "La Compagnia" ma io la ricordo con tutta la struggente dolcezza delle altre che favolosamente ai ricordato, e sarà nostro compito farle ascoltare e divulgare ai più piccoli avranno soltanto da ringraziarci, mentre noi ancora una volta sprofonderemo nei momenti significativi della nostra spensierata giovinezza..Almeno quella ci resta Grazie e buona giornata

il 05/10/2020 alle 11:57

Hai ragione caro amico poeta, ma se noti bene non ho potuto mettere tante immense canzoni, sono d'accordo per "La compagnia" era una delle mie preferite, purtroppo problemi di rima e di lunghezza, grazie.

il 05/10/2020 alle 12:53

Grazie Nettuno..attraverso il tuo testo mi hai regalato emozioni che credevo sopite ma che ho ritrovate tutte integre attraverso i titoli elencati di questi insostituibili motivi...Mogol e Battisti due insuperabili "Grandi"che resteranno eternamente vivi nel cuore di chi ancora crede nell'amore...Bravo.

il 05/10/2020 alle 20:36

Grazie a te gabriela per quello che hai scritto, è proprio quello che hai detto che mi ha spinto a scrivere questa poesia all'apparenza banale, ma che per me ha un grande significato sia sentimentale che di puro piacere.

il 05/10/2020 alle 21:11