Pubblicata il 04/10/2020
il monsignore
della poesia
che di luce
fa la sua croce..
un pollo
un agnello
e un cappone
come ai tempi
che celebrava
i matrimoni
dei promessi
sposi...
non è
cambiato
niente...
don Abbondio
vive
ancora..
vive più
per tradizione
che per la
chiesa...
patti lateranensi
permettendo..
non
ci
sposiamo
più
e sembra che
don Abbondio
non
sia
più
di scena..
in Vaticano a parte
papa Francesco...
si son mangiati
tutto.. tutto..
alla faccia di
quell'onesto
povero
don Abbondio
di una volta
che si
accontentava di
poco o niente...
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)