Pubblicata il 15/09/2020
c´era qualscosa di stonato nella voce,
la melodia sfuggiva le corde vocali,
grattando in modo cruento la gola,
avrei voluto tornirla come un liutaio,
per darle un suono diverso dal quello,
da quello stridente che ora sentivo,
lei avrebbe capito, sicuramente no,
dopo tanti anni insieme e tante bugie,
tanti sguardi complici e sensuali,
la ferita non sarebbe stata minore,
il senso di un addio magari diverso,
forse prolungato, sfalsato, sussurrato,
inventando, con un salto carpiato,
da tuffatore esperto da trampolino,
nelle scuse piu´ovvie e patetiche,
non te lo saresti meritato tesoro,
la finzione, la menzogna, no, no,
quello mai, non con te, non ora,
ora che so che non ci rivedremo piu´!
c´é un maledetto modo per dirlo?
c´é un maledetto modo per dire,
a chi in fondo ti ha solo amato:
mi discpiace cara, é finita!?
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (4 voti)

Purtroppo esistono esperienze che mai vorremmo fare ,e allora solo la forza dell'anima ci aiuta nella soluzione ,un saluto

il 16/09/2020 alle 12:10

Vero Gp, ma sempre meglio che mentire... Un saluto a te!

il 16/09/2020 alle 13:07

Fine d'un amore ... a piangere poi sarà solo quello che rimane ... tanta è la tristezza che questo testo m'ispira... un'esperienza cosi può accorciare la vita...

il 16/09/2020 alle 17:38

Vero, Gabriela, e credo ci siamo passati un po’ tutti... chi da una parte chi dall’altra, ma è giusto dirlo, per quanto sia dura, meglio sapere come stanno le cose, che subire inganno e falsità... Chi siamo, dove andiamo...! Un abbraccio!

il 16/09/2020 alle 22:43