Pubblicata il 11/09/2020
sento sbattere
dentro l'anima,
nella mia gabbia
toracica...
incastrata tra le
costole mi crea
dolori lancinanti
che non posso
definire...
in sala operatoria
mi hanno aperto
e poi richiuso,
non hanno
trovato niente..
ma adesso io
sto bene e non ho
piu' niente...
mi hai operato tu
amore, nel sogno
guidavi tu l'equipe
medica...
appena ti ha vista
la mia anima e'
tornata da sé
nelle sue prigioni...
una semplice bizza
della mia anima
ribelle... che tu
continui a viziarla
e a dargliele
tutte vinte col tuo
amore e anima
gentile...
tutto questo caos,
perché gli era
venuto in mente
di vederti dal vivo
in sala operatoria...
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)